Master Brand

Togliere una zecca dal cane è facile (se sai come farlo)

Condividi su
Intro Text
Togliere una zecca dal tuo cane è un'operazione molto delicata. Ma se sai come eseguirla, il parassita può essere rimosso dalla cute in modo facile e sicuro.
Content
Image
thumbnail-removing-tick-from-dog-with-tick-removal-tool

Circa quaranta delle novecento specie di zecche conosciute sono diffuse in Italia: si nascondono nell’erba alta, tra i cespugli, nelle cataste di legna, tra le macerie edili e, purtroppo, anche in casa.

Quando un cane le passa vicino, questa ospite indesiderata lo raggiunge e gli si attacca alla pelle per nutrirsi del suo sangue. Una volta avvenuta la puntura di zecca sul cane, la suzione dura anche diversi giorni, durante i quali la saliva del parassita può trasmettere le patologie di cui è portatore: ehrlichiosi, rickettsiosi, piroplasmosi (o babesiosi), hepatozoonosi canina, trombocitopenia ciclica infettiva, anaplasmosi granulocitica e borreliosi (o malattia di Lyme). Si tratta di malattie molto pericolose per il cane e trasmissibili anche all’uomo. Per i soggetti sensibili, esiste anche il rischio di shock anafilattico in seguito a una reazione allergica al morso.

Più la zecca rimane attaccata, più aumentano i rischi. Ecco perché è fondamentale fare un controllo quotidiano del mantello dell’animale e togliere le zecche dal cane in modo tempestivo qualora dovessi trovarle. Nel caso di una grave infestazione è sempre meglio rivolgersi al veterinario, ma se i parassiti sono pochi puoi rimuoverli anche a casa, a condizione di rispettare una serie di importanti accorgimenti. Vediamoli insieme.

Cosa ti serve per togliere una zecca dal cane

In farmacia, nelle cliniche veterinarie e nei negozi per animali è in vendita un semplice strumento, appositamente progettato per infilarsi sotto il corpo della zecca ed estrarla senza schiacciarla o spezzarla in due. Infatti, se la rimuovi nel modo sbagliato, ad esempio strattonandola con troppa forza, rischi di romperla e lasciarne una parte sotto la cute, aumentando così il rischio di infezioni da zecca nel tuo cane.

Se non possiedi questo strumento e non hai la possibilità di andare subito dal veterinario, per togliere la zecca dal cane puoi provare a usare delle normali pinzette, che dovrai rigorosamente utilizzare proteggendoti le mani con dei guanti.

Image
Dita che spostano il pelo del cane per far vedere la zecca

Come togliere una zecca in modo efficace

Come prima cosa, per non rischiare di rompere la zecca durante l’estrazione, il tuo cane dovrà restare il più fermo e tranquillo possibile. Coccolalo o prova a tenerlo occupato con uno snack o un osso. Quindi, individua la zecca e separa con cautela il pelo attorno al punto a cui è attaccata.

A questo punto, segui le istruzioni fornite con lo strumento o attieniti alla procedura seguente:

  1. Appoggia l’estremità a uncino dello strumento contro la pelle del cane, accanto alla zecca.
  2. Fai scorrere piano lo strumento sotto il parassita e immobilizzalo nel cuneo dell'uncino.
  3. Rimuovi la zecca ruotando e tirando delicatamente.
Image
Rimozione di una zecca dal cane con l'apposito strumento

Come si pulisce la ferita da puntura di zecca sul cane e cosa farne del parassita

A estrazione completata, imbevi una garza con un antisettico e strofina delicatamente la pelle dove era attaccato il parassita, pulendo così la zona dove si è verificata la puntura di zecca sul cane.

Non schiacciare o gettare in terra il parassita ma riponilo in un contenitore a chiusura ermetica contenente alcool. In questo modo, oltre a ucciderla, potrai conservare la zecca per mostrarla al veterinario qualora il tuo cane si ammali o l’area colpita manifesti i segni di un’infiammazione.

Non dimenticare di disinfettare lo strumento e riporlo in un luogo sicuro per un uso futuro, di gettare via i guanti e di lavarti con cura le mani.

Ma soprattutto: come si previene la puntura della zecca sul cane

Per ridurre al minimo il rischio di infestazione, è consigliabile applicare regolarmente al tuo cane un antiparassitario con effetto repellente; ne esistono di varie formulazioni, ad esempio collari antiparassitari, antizecche e spot-on (gocce) Ricorda che non tutti gli antiparassitari sono uguali e che quelli con effetto repellente impediscono al parassita di pungere, riducendo così il rischio di malattie trasmesse con la puntura.

Inoltre, fai in modo che gli ambienti frequentati dal cane non favoriscano la proliferazione delle zecche: oltre alla casa, tieni puliti balconi, terrazzi e soprattutto giardini, ove è fondamentale falciare l’erba regolarmente e bonificare le aree umide o sporche.

Condividi su