Master Brand

Sei modi in cui si trasmettono i vermi dei cani

Condividi su
Intro Text
Il tuo amico a quattro zampe può entrare in contatto diretto con i parassiti intestinali (come i vermi tondi, uncinati e piatti) e prenderli. Continua a leggere per saperne di più su come vengono trasmessi i vermi intestinali dei cani.
Content
Image
Cane che sembra triste e poggia la testa sulle zampe

1. Ingerendo uova o larve degli ascaridi e altri vermi dei cani

Molti parassiti vivono nell’erba o nel terreno; si possono annidare nei parchi, nelle aree per cani e anche nel giardino di casa. Alcuni di essi (come i vermi uncinati) possono sopravvivere all’esterno e possono facilmente infestare il tuo cane quando annusa per terra, esplora o gioca. Altri, come i vermi tondi (ascaridi), raggiungono il terreno quando sono ancora all’interno delle uova attraverso le feci di un animale infetto e possono rimanere dormienti per oltre un anno. Il tuo cane può ingerire accidentalmente le uova o le larve e sviluppare un’infezione parassitaria. Evitare che questo accada dipende anche da te: non prendere alla leggera lo smaltimento dei bisognini del cane. Non lasciare le feci del tuo cane al suolo, raccoglile e getta il sacchetto nei bidoni dei rifiuti. Così facendo, godersi il verde e le passeggiate con il cane durante la bella stagione sarà più sicuro.

2. Cacciando

Se al tuo cane piace cacciare, potrebbe contrarre i vermi intestinali da altri animali infetti, come i roditori, gli uccelli, le pecore e altri. Tieni d’occhio i suoi posti preferiti e assicurati che non ingerisca resti di animali morti.

3. Pulendosi

I vermi intestinali dei cani possono anche colpire il tuo animale domestico quando si lecca il pelo per pulirsi. Le uova dei vermi tondi possono attaccarsi al mantello e infettare il cane se le ingoia durante la toeletta.

4. Dalle pulci

Se il cane ingerisce delle pulci quando si pulisce, questo può portare a un’infestazione di vermi piatti. Le pulci possono trasportare le larve dei vermi piatti, che diventano adulte una volta fatto il loro ingresso nell’intestino. Segui la routine di prevenzione contro le pulci per ridurre il rischio di contrarre parassiti intestinali e, soprattutto, per evitare un’infestazione di pulci sul tuo cane e in casa tua.

5. Dalla madre

Gli ascaridi sono i vermi dei cani più diffusi; anzi, i più diffusi negli animali domestici in generale. Una madre infetta può trasmetterli ai suoi piccoli quando sono ancora nell’utero attraverso la placenta. Inoltre, può trasmetterli durante l’allattamento; stesso vale per i vermi uncinati. Ciò significa che i cuccioli sono continuamente esposti a questi parassiti intestinali.

Le infestazioni di vermi tondi, uncinati e altri vermi intestinali dei cani possono avere serie conseguenze per i cuccioli e, nei casi più gravi, possono causarne la morte. Ecco perché occorrono controlli periodici e regolari per tutti i cani: sia i cuccioli sia gli animali in età avanzata sono ad alto rischio di infestazione.

Se hai appena aperto le porte della tua casa a un nuovo amico a quattro zampe, rivolgiti al tuo veterinario per iniziare un trattamento vermifugo.

Image
Una golden retriever che allatta quattro cuccioli

6. Dalle zanzare

A differenza dei vermi intestinali dei cani citati sopra, la filaria è un verme che si trasmette attraverso la puntura delle zanzare. Può causare seri problemi di salute nei cani: i sintomi di vermi di questo tipo includono tosse cronica, stanchezza dopo l’esercizio, appetito ridotto e perdita di peso; in alcuni casi, la loro presenza porta alla morte. Scopri come proteggere il tuo cane dalla filaria.

Pericoli per l’uomo e prevenzione

Adesso sai che i vermi fanno parte dell’ambiente in cui il tuo cane si muove ogni giorno. È fondamentale sverminarlo regolarmente per proteggerlo dai parassiti intestinali, come i vermi tondi, uncinati, a frusta o piatti.

A questo punto ti starai chiedendo se i vermi intestinali dei cani si possono trasmettere all'uomo. Siamo immuni dai nemici invisibili? Non proprio! Alcuni di questi parassiti infatti possono infestarci. Non capita di frequente, ma venendo in contatto con terreni contaminati è possibile essere infettati. Bisogna fare attenzione soprattutto con i bambini che sono soliti giocare con sabbia e terra al parco. Una buona prevenzione diventa quindi indispensabile. È molto importante tenere igienizzato l’ambiente in cui vive il tuo animale domestico, raccogliere i suoi bisogni con gli appositi sacchetti e controllare che non ingerisca feci e terra al parco. Ricordati infine di lavare bene le mani dopo aver giocato con il tuo amico a quattro zampe o averne raccolto la pupù.

Condividi su