Master Brand

Portare a spasso il cane: una guida pratica

Condividi su
Intro Text
Con tutti gli impegni che i proprietari possono avere, può essere difficile portare a spasso il cane due volte al giorno. Niente paura! Basta affidarti a un dog-sitter che porti a passeggio il cane quando tu non puoi. Ecco come trovarne uno.
Content
Image
Donna che porta un cane a passeggio

Quale deve essere la durata della passeggiata col cane e quante volte portare fuori il cane ogni giorno?

Uscire e fiondarsi sul primo lampione disponibile per cinque minuti non è abbastanza per nessun cane. La durata della passeggiata col cane dipende dall’età, dalla taglia e dalla razza del tuo animale domestico. Coi cuccioli non bisogna esagerare altrimenti si spossano, i cani più anziani non possono fare tanti sforzi, mentre i cani da lavoro devono poter dare sfogo alla loro energia con una buona corsa.

Si consigliano cinque minuti di esercizio per ogni mese di età per una o due volte al giorno fino a che il cucciolo diventa adulto. Per esempio, per un cucciolo di tre mesi si traduce in una passeggiata di 15 minuti (fino a due volte al giorno).

Ecco perché potrebbe servirti un dog-sitter

Portare a spasso il cane è qualcosa che ogni membro della famiglia può fare ma può diventare complicato quando si vive soli, si hanno bambini piccoli, si è malati o si viaggia spesso. E il cane ha davvero bisogno di fare esercizio. In questi casi si può ricorrere ai servizi di un dog-sitter professionista. Il tuo cane ne sarà felice e si comporterà meglio se segue una routine e ha la possibilità di sgranchirsi le zampe come si deve.

Come trovare un dog-sitter?

Con una semplice ricerca online troverai imprese o persone che offrono servizi di dog-sitting nella tua zona, ma affidarsi a qualcuno che ti è stato raccomandato, magari dal tuo veterinario, ti darà una maggiore tranquillità. Informati sulle associazioni di categoria a livello nazionale, regionale e locale per verificare gli standard professionali e trovare un dog-sitter affidabile vicino a te.

Quali servizi deve offrire un dog-sitter professionista?

È importante scegliere una persona di cui ti puoi fidare come dog-sitter: chiunque si prenda cura del tuo cane deve avere a cuore la sua sicurezza e le sue esigenze almeno quanto te. Essere puntuali e seguire la routine prestabilita alla lettera, fare attenzione durante le passeggiate con il cane tenendolo al sicuro e rispettare l’ambiente (soprattutto raccogliendo i bisognini) sono aspetti imprescindibili. Il dog-sitter deve usare il guinzaglio quando necessario e trattare il tuo cane con affetto e grande cura. È anche fondamentale che abbia ricevuto formazione nelle tecniche di primo soccorso veterinarie e che sia assicurato.

Come scegliere il dog-sitter adeguato?

Innanzitutto, devi conoscere di persona i candidati (ovviamente insieme al tuo cane), così ti farai una prima impressione e potrai informarli sulle esigenze specifiche e sulle eventuali malattie dell’animale.

Ecco alcune domande da porre loro…

Porti a passeggio più cani alla volta? Quanti?
Quante volte porti fuori i cani e per quanto tempo?
Dove porti a passeggio i cani?
Se usi un veicolo per trasportarli, è munito di tutto il necessario per il trasporto di animali?

… e alcune domande per te su cui riflettere:

La tua casa sarà al sicuro?
Il tuo cane andrà d’accordo con gli altri? Saranno compatibili?
Vuoi pagare di più per un servizio individuale? Quanto di più in caso?

Se non hai tempo, un dog-sitter è senza dubbio una buona soluzione, ma ricorda che il tuo cane preferirebbe stare con te. Quindi ritagliati del tempo, per poco che sia, per andare a passeggio col cane.

Condividi su