Master Brand

Alla scoperta delle razze feline: il gatto europeo

Condividi su
Intro Text
Gatto europeo, gatto soriano, tabby: questo gatto dalle origini lontane oggi è conosciuto in molti modi. Anche se è facile scambiarlo per un meticcio, si tratta di un animale di razza, dotato di pedigree. Scopri tutte le qualità e caratteristiche del gatto europeo in questa breve panoramica.
Content
Image
the european cat

Nonostante la somiglianza con i comuni meticci di casa o di strada, il gatto europeo è un esemplare di razza a tutti gli effetti, con tanto di pedigree riconosciuto a livello internazionale.

Questo gatto è noto anche come gatto soriano (da Sorìa, antica denominazione della Siria, da cui proviene) o gatto tabby (da attabi, il nome latino dell’Attabiyah, la regione dell'attuale Iraq celebre nel Medioevo per i motivi tigrati della sua seta).

Grazie all’eccezionale capacità di adattarsi a qualsiasi latitudine, clima e ambiente e probabilmente anche al suo aspetto, così proporzionato e privo di dettagli morfologici esagerati (come accade invece in gran parte delle altre razze), oggi l’europeo è il gatto più diffuso al mondo. Scopriamone brevemente le caratteristiche principali.

Aspetto del gatto europeo

L’europeo è un gatto robusto e muscoloso, con zampe forti, testa larga e orecchie dritte distanziate e dalle punte arrotondate. Gli occhi sono rotondi, di colore solitamente abbinato a quello del mantello: verde tenue per i gatti castano-marroni e grigi, mentre quelli dal mantello rosso possono anche presentare colorazioni tendenti al marrone chiaro.

A proposito di manto, sono proprio la sua originalità e varietà a rendere il gatto europeo così speciale. Il pelo è infatti tigrato, chiazzato o maculato su un fondo sfumato di diversi colori e tonalità (soprattutto grigio, castano, mogano e fulvo). Le striature possono essere più o meno scure e sottili. Gli esemplari con mantello silver (base argento e macchie in contrasto) e smoke (sottopelo bianco-argento con sfumatura molto scura) sono quelli considerati più raffinati ed eleganti, particolarmente apprezzati nelle competizioni feline.

Gatto europeo: il carattere

Il gatto europeo è affettuoso, docile, curioso e amante del gioco, dunque particolarmente adatto alla vita in famiglia, anche con bambini, anziani e altri animali domestici. Conserva per tutta la vita l’istinto selvatico alla caccia, che in casa sfoga saltando, correndo e facendo i suoi proverbiali “agguati” e che sarebbe buona cosa assecondare lasciandogli libero accesso a un terrazzo o a un giardino.

Detto ciò, poiché è un animale molto intelligente, il gatto europeo apprezza molto anche la vita domestica, fatta di letti e divani comodi, cibo assicurato, affetto umano. Ricambia queste attenzioni con un temperamento tranquillo, espansività, una grande attenzione alla pulizia e un pelo folto e lucido che richiede pochissime cure, giusto qualche spazzolata in più durante il periodo della muta per rimuovere il pelo morto.

Cura e alimentazione del gatto europeo

L’alimentazione del gatto europeo non richiede attenzioni diverse da quelle riservate normalmente agli altri gatti domestici. Poiché tuttavia è piuttosto goloso, bisogna avere l’accortezza di non farlo mangiare più del necessario, in quanto potrebbe diventare sovrappeso.

Per il resto, non presenta una predisposizione a particolari malattie ed è dunque un animale molto longevo. È anche molto prolifico, però. Quindi, se non vuoi avere la casa invasa dai gattini a intervalli di sei-otto mesi, è consigliabile provvedere alla sterilizzazione, sia maschile che femminile.

Tags
Condividi su