Master Brand

Le cose da fare quando decidi di prendere un gatto

Condividi su
Intro Text
Dalla scelta della razza all’arrivo a casa: questa lista delle cose da fare ti aiuterà a trovare il gattino più adatto a te e alla tua famiglia e a prenderti cura della sua salute sin dal primo momento.
Content

Decidere di prendere un gatto è una scelta entusiasmante, ma non è che l’inizio. Una volta presa la decisione, devi trovare il gattino più adatto a te e alla tua famiglia, preparare la casa per il nuovo arrivato e cercare un veterinario, qualora non ne conoscessi uno.

Dedica un po’ di tempo a pianificare e organizzare tutto in modo che al tuo cucciolo di gatto non manchi nulla e possa vivere una vita lunga, felice e sana nella sua nuova casa. La nostra lista di cose da fare ti aiuterà a non lasciare nulla al caso, con alcuni consigli per adottare un gatto o acquistarne uno presso un allevatore specializzato.

Image
Gattino che gioca con un topolino di pezza

Decidi dove prendere un gatto e quale prendere

Decidere quale gatto vuoi può essere stressante. La scelta è anche determinata da dove decidi di prenderlo: un trovatello dal gattile o un gatto di razza da un allevatore? Se opti per la prima opzione potresti non trovare certe razze, ma il personale del gattile sarà lieto di aiutarti a trovare il compagno ideale. Se invece hai già in mente una razza in particolare, devi rivolgerti a un allevatore specializzato e affidabile.

Indipendentemente dal fatto che tu decida di adottare o acquistare un gattino, rispondi a queste domande prima di fare la tua scelta:

  • Quante ore al giorno passerai con lui?
  • Vuoi un micio pantofolaio che stia sempre in casa o preferisci uno spirito libero che ami girovagare?
  • Hai altri animali in casa?
  • Che tipo di pelo e mantello deve avere?
  • Quanto tempo puoi dedicare alla sua toeletta realisticamente?

Stilare una lista di requisiti e preferenze ti aiuterà a trovare un gatto adatto al tuo stile di vita. Inoltre, rivolgiti a un veterinario per conoscere i potenziali problemi di salute delle varie razze.

Quando prendere un gattino

Secondo gli esperti, i gattini dovrebbero restare con la madre fino alle dodici-tredici settimane per imparare le abilità vitali essenziali, come mangiare da soli e usare la lettiera.

I gattini imparano anche le abilità sociali insieme ai loro fratellini, quindi non bisogna prendere un gatto se significa che verrà separato dalla madre prima delle dodici settimane.

Acquista il necessario

Prima di portare a casa il tuo nuovo amico devi acquistare alcuni articoli indispensabili:

  • Una scatola, una cesta o un lettino per creare una cuccia calda e accogliente in cui dormire, da posizionare in un luogo tranquillo della casa.
  • Cibo specifico per gattini.
  • Una ciotola per il cibo e una per l’acqua.
  • Una lettiera e la relativa sabbietta; ricorda che ogni gatto in casa ha bisogno di una lettiera e che devi averne anche una di riserva.

Prima di prendere un gatto, considera anche l’acquisto di:

  • Un trasportino sicuro per il primo viaggio a casa (e per quelli futuri).
  • Giocattoli e snack per stimolare il suo intelletto e facilitare l’addestramento.
  • Snack dentali che aiutino a mantenere una corretta igiene orale.
  • Accessori per la toeletta, come una spazzola e un tagliaunghie per gatti.
  • Un tiragraffi o un albero per gatti.
  • Un collarino con una targhetta su cui scrivere le tue informazioni di contatto.

Prepara la tua casa per il suo arrivo

Ricorda che i gatti da cuccioli sono incredibilmente curiosi e cercheranno di esplorare dappertutto. Blocca l’accesso a eventuali uscite, nascondi prodotti per la pulizia tossici ed elimina cavi elettrici esposti o piante da vaso velenose per i gatti (come i gigli).

Puoi anche decidere di usare prodotti per la pulizia non tossici per i gatti. E non dimenticare: devi proteggere il micio dalla tua casa ma anche la tua casa dal micio! Un tiragraffi o un albero per gatti sono utili per evitare che il tuo nuovo amico sfoghi la sua energia sul divano o sugli altri mobili.

Scegli un veterinario e fissa un primo appuntamento

Nelle prime due settimane devi portare il tuo gattino dal veterinario per una visita, soprattutto per verificare l’eventuale presenza di pulci o parassiti intestinali (e di conseguenza trattarli). Dovrai continuare a proteggere il tuo micio dai parassiti per tutta la vita e il veterinario può consigliarti il modo migliore per farlo.

La prima visita dal veterinario è anche un’opportunità per un controllo generale dello stato di salute del tuo gattino (peso, occhi, orecchie e denti). Eventuali vaccinazioni devono essere discusse col tuo veterinario, visto che sono una parte molto importante della vita di un gatto fin da cucciolo.

Informati e preparati

Avere un gattino va ben oltre coccole e simpatici selfie. Addestrare e prendersi cura di un micio può essere un impegno duro e stressante. Devi aspettarti qualche notte insonne e qualche brusco risveglio, senza dimenticare le “sorpresine” che troverai di tanto in tanto prima che il nuovo arrivato impari a usare la lettiera o il tiragraffi.

I cuccioli di gatto sono animali curiosi, indipendenti e amano esplorare, quindi è importante stabilire limiti chiari sin dall’inizio. Non sarà una passeggiata, ma prendere un gatto è una delle esperienze migliori che puoi vivere e i tuoi sforzi saranno premiati da tanto affetto e tante fusa!

Tags
Condividi su