Master Brand

Gatto che fa la pipì in giro: 7 modi per evitare che succeda

Condividi su
Intro Text
I gatti che fanno pipì fuori dalla lettiera sono un problema comune a molti proprietari. Scopri le ragioni che si nascondono dietro a questo comportamento e leggi dei consigli utili a contenerlo e prevenirlo.
Content
Image
Primo piano di un gatto sdraiato

Se il tuo gatto fa la pipì in giro immaginiamo che non ti faccia tanto piacere. Tornare a casa e scoprire che ha sporcato il sofà, i tappeti, le pareti o le tende pur avendo a disposizione una lettiera fa proprio scappare la pazienza. Molto probabilmente prima ti chiederai “perché lo fa?”, poi “come posso evitarlo?”.

Perché il gatto fa la pipì in giro? 

Contrariamente a quanto si pensa, i gatti non urinano in giro per marcare il territorio. Di solito lo fanno quando sono ansiosi, minacciati o spaventati. Può anche essere un sintomo di insicurezza, provocato magari da un cambiamento nella loro routine o nel loro ambiente, oppure da un agente esterno come un gatto selvatico nei paraggi. Altri gatti invece sono piuttosto esigenti per quanto riguarda la pulizia della lettiera e si rifiutano di usarla se non è pulita.

Qualunque sia la causa dietro al comportamento del tuo gatto, si tratta di un problema sgradevole. Così facendo il gatto può rovinare mobili, tappeti e pareti, oltre a lasciare un cattivo odore. Ecco alcune soluzioni efficaci per prevenirlo.

1. Sterilizzazione 

Un gatto sterilizzato può comunque sporcare in giro, ma la sterilizzazione aiuta a limitare questo comportamento. Se il tuo gatto non è sterilizzato, assicurati di rimediare il prima possibile: la sterilizzazione ridurrà il suo livello ormonale e anche la sua voglia di fare la pipì in giro. Pure le gatte possono urinare in giro, ma è un problema molto meno comune rispetto ai gatti maschi.

2. Scoprire la causa dello stress

Se il tuo gatto sporca perché è stressato, devi capire cosa provoca questo stress. Fai attenzione a segni di gatti selvatici o randagi nei dintorni, come feci o cadaveri di piccoli roditori o uccelli. Un gatto selvatico può minacciare l'autorità del tuo micio e provocargli stress. Se hai altri animali in casa, cerca di capire se sono loro a rendere la vita difficile al tuo gatto o a tormentarlo.

3. Controlla l’ambiente in cui vive 

La maggior parte dei gatti non ama i cambiamenti improvvisi, che possono far diventare i mici piuttosto ansiosi. Prima di saltare alle conclusioni sbagliate, fatti una serie di domande:

  • Hai traslocato recentemente?
  • Ti sei assentato per qualche tempo?
  • Hai cambiato qualcosa nel suo spazio?
  • Hai spostato la ciotola del cibo o dell’acqua?
  • La lettiera è pulita e in ordine?

Spesso questi cambiamenti possono causare dello stress facilmente evitabile per il tuo gatto. Se hai abbastanza spazio, prova a seminare più lettiere in casa in modo che abbia sempre un’opzione disponibile quando la natura chiama. È un metodo che funziona bene coi gatti che fanno pipì fuori dalla lettiera.

4. Mantieni il tuo gatto attivo

Una routine regolare dà al tuo gatto un senso di stabilità e sicurezza. Metti a sua disposizione dei giocattoli educativi e interattivi per tenerlo occupato in tua assenza e gioca con lui regolarmente quando torni a casa in modo che si senta amato e curato. Scopri come fare esercizio col tuo gatto nella nostra guida.

5. Non perdere la pazienza 

Pulire le macchie di urina e rimuoverne l’odore è una vera seccatura ma non dovresti mai sgridare o punire il tuo gatto se fa la pipì in giro. Accrescerebbe solo il suo livello di stress, aggravando il problema invece che risolverlo. Se il tuo gatto sporca sempre nello stesso punto, pulisci la zona colpita con sapone biologico e incoraggialo a giocare, dormire o addirittura mangiare proprio lì, in modo che la associ a sensazioni positive piuttosto che all’ansia.

6. Come calmare il gatto 

Esistono vari prodotti sul mercato pensati per calmare i gatti e ridurre il loro livello di stress, come collari, spray, diffusori o integratori. Non hanno alcun odore percepibile dalle persone ma hanno un effetto calmante sui gatti, riducendo il loro stress e la probabilità che sporchino.

7. Rivolgiti al tuo veterinario 

Se i passi precedenti non si rivelano utili, parlane col tuo veterinario per verificare che non ci siano ragioni mediche o fisiche dietro al comportamento del tuo gatto.

Il veterinario può anche consigliarti un professionista del comportamento degli animali che può valutarne abitudini, carattere e stile di vita per suggerirti strategie alternative.

Condividi su