Master Brand

Come farsi obbedire dal proprio cane

Condividi su
Intro Text
Sei semplici consigli per l’addestramento dei cani all’obbedienza.

Imparare a farsi obbedire dal proprio cane è essenziale per ogni proprietario. Che si tratti di un semplice “Seduto!” o di un “Lascia!” perché molli la scarpa che ha in bocca, ogni comando che il cane apprende è vitale per il benessere dell’animale e per darti il controllo della situazione.
Content
Image
Cane di Labrador Retriever disteso nel parco in una giornata soleggiata

Cerca di capire in che modo il cane risponde ai comandi…

Prima di iniziare l’addestramento del cane all’obbedienza, passa un po’ di tempo con lui semplicemente osservando a cosa risponde meglio o cosa cattura la sua attenzione. Per esempio, alcuni cani rispondono meglio ai giocattoli o al gioco, mentre altri al cibo o ai bocconcini premio. Capire le cose che motivano di più il tuo cane aumenterà le probabilità di riuscita dell’addestramento. Ora vediamo quali comandi insegnare al cane e come farlo.

Guardami!

Insegnare al tuo cane a concentrare l’attenzione su di te indipendentemente dal contesto è uno dei comandi più importanti.

1. Trova un posto tranquillo dove non ci siano distrazioni per il tuo cane.

2. Chiamalo col suo nome per attirarne l’attenzione e poi pronuncia il comando “Guardami!”.

3. Se ti guarda come risposta al comando, elogialo e dagli uno snack.

4. Se non risponde al comando guardandoti, riprova: sventolagli davanti al muso uno snack e quando lo guarda muovi il bocconcino verso il tuo volto. Se segue il percorso del bocconcino con lo sguardo, lodalo e finalmente dagli il suo snack.

5. Ripeti questi passaggi con poche sessioni di breve durata; dovresti essere in grado di attirare l’attenzione del tuo cane con il comando “Guardami!” senza troppi problemi.

6. Ma solo perché risponde a questo comando in casa, ambiente in cui non ci sono grandi distrazioni, non significa che ti obbedirà anche al parco, dove ci sono altri cani, rumori, odori e tante altre cose più interessanti di te. Inizia a testare l’addestramento del cane al comando in una situazione con più stimoli, come per esempio in giardino o in un parco tranquillo. Continua a lodarlo e a dargli uno snack ogni volta che risponde correttamente.

7. A poco a poco aumenta il numero e la natura delle distrazioni o la distanza tra te e il tuo cane, fino a che non ti obbedirà dovunque tu sia.

Seduto!

Scopri come insegnare al cane a stare seduto, uno dei comandi base. Il comando “Seduto!” è particolarmente importante perché puoi usarlo per mettere fine a comportamenti indesiderati, come saltare addosso alla gente.

1. Trova un posto tranquillo dove non ci sono molte distrazioni. È una buona idea iniziare questo addestramento del cane quando ha fame (prima dei pasti è il momento ideale).

2. Se vedi che ha troppa energia, può essere utile metterlo al guinzaglio durante l’addestramento.

3. Cattura la sua attenzione e mostragli che hai dei bocconcini.

4. Prendine uno e tienilo in mano davanti al suo muso, poi sposta la mano sopra la sua testa verso le orecchie.

5. Facendo questo movimento il tuo cane dovrebbe sedersi automaticamente. Se lo fa, elogialo e premialo con il bocconcino.

6. Ripeti questi passi fino a quando il tuo cane si siede ogni volta che ha un bocconcino davanti al muso.

7. Ora ripeti l’operazione ma questa volta, quando tieni il bocconcino davanti al suo muso, pronuncia il comando “Seduto!”.

8. Ripeti questa sequenza molte volte, riducendo gradualmente il movimento della mano.

9. Ricorda: non dare lo snack al tuo cane se non assume la posizione esatta che desideri. Se si siede in modo scomposto, con le zampe all’infuori, magari stai reggendo il bocconcino troppo in alto (cosa che incoraggia la posizione scorretta).

10. Dedica 10 minuti più volte alla settimana all’addestramento del cane a questo comando, fino a quando non ti obbedisce. Continua a premiarlo di tanto in tanto per rafforzare il comportamento corretto.

Libero!

Il comando “Libero!” comunica al tuo cane che il precedente comando è terminato e che è libero di fare quello che vuole. È particolarmente utile in combinazione con i comandi “Seduto!” e “Fermo!”, ma serve durante l’intero l’addestramento all’obbedienza perché lo aiuta a capire che non può fare tutto quello che vuole quando vuole, ma deve fare quello che dici tu fino a che tu non gli dica il contrario.

1. Scegli la parola che vuoi usare per indicare il comando, come “Libero!”, “Fine!” o “OK!”, ma ti consigliamo di evitare una parola che usi regolarmente nelle tue conversazioni.

2. Pronuncia il comando “Seduto!” o “Fermo!”. Dopo pochi secondi, con un chiaro segnale della mano indica al tuo cane che è libero di muoversi. Se lo dici con entusiasmo, l’animale dovrebbe avvicinarsi a te da solo.

3. Se lo fa, elogialo e dagli un bocconcino.

4. Ripeti questi passi continuamente ma muovendo la mano con meno entusiasmo e pronunciando il comando sempre chiaramente, fino a quando il cane inizia a rispondere al solo comando, senza segno della mano come incoraggiamento.

5. Prova anche ad allungare il tempo di attesa successivo ai comandi “Seduto!” o “Fermo!” in modo da eseguirli più a lungo.

Fermo!

Una volta che il tuo cane ha imparato il comando “Seduto!”, devi sapere come insegnare al cane a stare fermo con il comando “Fermo!”. Questo comando serve in molte occasioni, in modo da evitare che ti segua come un’ombra e per schivare pericoli.

1. Ordina al cane di sedersi, poi usa il comando “Fermo!” tenendo la tua mano con il palmo rivolto verso il cane. Se il cane sta fermo, elogialo e dagli un premio.

2. Con il comando “Libero!” termina il comando precedente e incoraggia il tuo cane a muoversi.

3. Ordina di nuovo al cane di sedersi e poi, con la mano alzata e il palmo rivolto verso di lui, fai due passi indietro.

4. Se sta fermo, torna lentamente nella tua posizione iniziale, elogialo e premialo con un bocconcino.

5. Con il comando “Libero!” permettigli di muoversi a suo piacimento.

6. Ripeti questi passi, allontanandoti sempre di qualche passo in più ogni volta e aumentando il tempo tra i comandi “Fermo!” e “Libero!”.

7. Continua fino a che il cane resta seduto e fermo per 30 secondi, poi gradualmente aggiungi distrazioni e aumenta la distanza.

8. La sessione di addestramento del cane deve essere corta; quando il tuo amico a quattro zampe obbedisce ai comandi e sta fermo, ricordati di premiarlo ogni volta per rafforzare il suo buon comportamento.

Vieni!

1. Inizia l’addestramento del cane in casa usando un guinzaglio estensibile sbloccato. Sventola il suo gioco o bocconcino preferito pronunciando con voce chiara ed entusiasta il comando “Vieni!”.

2. Premialo ogni volta che si avvicina.

3. Ripeti l’esercizio sei volte, andando in una zona diversa della casa ogni volta.

4. Man mano che il cane si abitua, ripeti l’esercizio anche all’aperto in situazioni diverse e con distrazioni diverse.

5. A poco a poco aumenta anche la distanza tra te e il tuo cane (se preferisci puoi continuare a usare il guinzaglio).

6. Una volta che il cane obbedisce al comando quando è al guinzaglio, slegalo; rimanete però in casa o in una zona recintata.

7. Gradualmente riduci i bocconcini ma continua a elogiarlo. Ricorda: le sessioni di addestramento del cane devono essere brevi e tu devi avere molta pazienza senza mai arrabbiarti.

Lascia!

Il tuo animale domestico vorrà istintivamente mordere le cose più disparate. Ma se ci tieni alle tue scarpe o se vuoi evitare che addenti cose più pericolose, devi imparare a insegnargli un importante comando per l’addestramento dei cani: “Lascia!” (o “Molla!”, “Sputa!”).

1. Mostra al tuo cane uno dei suoi giocattoli preferiti e usa il comando “Prendi!” per incoraggiarlo.

2. Quando ha il giocattolo in bocca, mostragli un bocconcino vicino al muso.

3. Non appena lascia cadere il giocattolo, dagli il bocconcino.

4. Ripeti questi passi fino a quando il cane lascia cadere il giocattolo immediatamente.

5. A questo punto ridagli il giocattolo e ripeti i passi precedenti, ma questa volta aggiungendo il comando “Lascia!” quando gli mostri il bocconcino.

6. Ripeti questa procedura molte volte e poi prova anche allontanando lo snack dal muso.

7. A poco a poco, aumenta la distanza e infine prova a dare il comando senza snack, ma continuando a elogiarlo ogni volta che lascia cadere il giocattolo.

Condividi su